La nostra storia

Azienda

Campo del Monte è un’azienda agricola toscana che nasce nel 1978 dalla passione per il vino di Benito Mantellini. Benito acquista la proprietà con l’obiettivo di produrre vini toscani di alta qualità, come quelli della prima denominazione vitivinicola del Valdarno di Sopra, descritta nei bandi di Cosimo III de’ Medici nel lontano 1716.

Nel Valdarno di Sopra, la composizione del terreno argilloso e franco-limoso e la vicinanza della montagna del Pratomagno  rendono la zona un luogo ideale per la produzione vitivinicola. È proprio qui che Benito pianta i primi vigneti di Sangiovese ed inizia a produrre vino sfuso. Il salto di qualità avviene nel corso degli anni 80, quando l’azienda propone per la prima volta bottiglie di Chianti DOCG.

percorso

Le nostre tappe

1978

Gli Inizi

Benito Mantellini acquista la proprietà.

1994

La Famiglia

La gestione di Campo del Monte viene portata avanti da Paola, Stefano e Giovanna

1997

Stefano Mantellini

Introduce la produzione del vigneto di Cabernet Sauvignon

2003

Sviluppo

Campo del Monte si afferma definitivamente nel campo della produzione di vini toscani con la prima annata del “supertuscan” Isei.

OGGI

Crescita continua

Oggi l’azienda si estende per un totale di 30 ettari, di cui circa 10 vitati e oltre 3 di uliveto, dal quale viene estratto un olio EVO di alta qualità.

legame con la natura

La Famiglia al centro del progetto

Dal 1994 la gestione di Campo del Monte viene portata avanti da Paola, Stefano e Giovanna.

Ad occuparsi della crescita e dello sviluppo dell’impresa è in particolare Stefano, che nel 1997 introduce la produzione del vigneto di Cabernet Sauvignon. Negli anni seguenti la produzione dell’azienda va avanti con la messa in produzione dei vigneti di Sangiovese su altri versanti, con l’introduzione di due nuovi vitigni bianchi di Chardonnay e di Malvasia Bianca Lunga, e successivamente con l’introduzione del Merlot e del Syrah.

È nel 2003 che Campo del Monte si afferma definitivamente nella produzione di vini toscani con la prima annata del “supertuscan” Isei.

Nel corso dei decenni, le conoscenze, le tradizioni e l’arte della vinificazione sono state tramandate di generazione in generazione, creando una ricca eredità che oggi definisce l’identità di Campo del Monte; identità che oggi continua a vivere e ad arricchirsi con l’ingresso in azienda dei nipoti di Benito, che avranno il compito di far fronte alle sfide che il futuro riserverà loro, mantenendo sempre uno stretto legame con il passato e con le tradizioni di famiglia. 

Ad oggi

Oggi l’azienda si estende per un totale di 30 ettari, di cui circa 10 vitati e oltre 3 di uliveto, dal quale viene estratto un olio EVO di alta qualità.

In ogni fase del processo di produzione, l’azienda pone grande attenzione alla cura e al rispetto della terra. Questo approccio si traduce in prodotti che raccontano una storia autentica e che celebrano la bellezza della natura, portando con sé la profonda connessione tra l’uomo e l’ambiente che lo circonda.

Da oltre un decennio Campo del Monte ha sposato l’agricoltura biologica per tutta la sua produzione, sia di vino che di olio. Credendo profondamente in questa metodologia, nel 2011 l’azienda ha svolto un ruolo importante nella fondazione del Consorzio Valdarno di Sopra DOC, rinato dagli storici bandi di Cosimo III de’ Medici con l’ambizione di promuovere la BioRevolution, che prevede la certificazione BIO per tutte le aziende aderenti al progetto.