Rosso di Toscana Sangiovese – Scheda Tecnica

Composizione del Terreno: Terreno franco limoso privo di scheletro
esposti prevalentemente nord/sud, sulle colline del Valdarno di Sopra a
un’altezza media 295 m s.l.m.

Vigneto: Forma di allevamento a cordone speronato basso, i vigneti del
1992 hanno 3300 viti per ettaro quelli del 2002 ne hanno 5000 viti per
ettaro.

Qualità della vite: Sangiovese – Sangiovese grosso, cloni principali
F9, AP1, R24, B2, B3, B4, Janus 20, portainnesto SO4, R140. Si producono
sessantatré ettolitri a ettaro.

Periodo di Vendemmia: La vendemmia è manuale ed è effettuata
generalmente a fine settembre negli appezzamenti del vigneto più
collinari.

Vinificazione: Durante la raccolta l’uva viene accuratamente selezionata
prediligendo l’uva sangiovese del clone F9. Dopo la deraspatura si compie
la vinificazione in rosso con fermentazione in acciaio a temperatura
controllata. Le fermentazioni durano dai diciotto ai trenta giorni a seconda
della qualità dell’uva in rapporto all’annata. Alla svinatura si eseguono le
prime masse, quindi si fa maturare il vino, nell’intero periodo invernale, in
botti d’acciaio. Generalmente il vino è imbottigliato dopo dieci mesi dalla
vendemmia e si attendono ulteriori tre mesi per l’affinamento prima della
messa in commercio.

Alcool: 12,5/13,5 %

Note di Degustazione: Il Sangiovese in purezza Campo del Monte è un
vino di colore rosso rubino, dai profumi di frutta rossa con una marcata
marasca e note floreali di viola. In bocca è fresco e sapido con sapore di
ciliegia e di mora e note di erbe selvatiche. E’ un vino abbastanza tannico
e abbastanza persistente e presenta, secondo le annate, ottimi corpi e una
buona armonicità e finezza con la tipica eleganza propria del Sangiovese.
Temperatura di servizio: 20° C